Andrea Mocci

Saxofono

sede di docenza:Modena, Carpi

Endorser Artist per Eugene Rousseau mouthpieces, D’Addario, e BG ligatures.

Coltivando con passione lo studio della Musica fin dall’età di sei anni, ha conseguito con il massimo dei voti e lode i diplomi in Saxofono e Musica da Camera presso i conservatori L. Canepa di Sassari e G. Verdi di Milano.

Ha affrontato parallelamente studi di composizione, jazz, dove anche ha ottenuto importanti risultati, e che lo hanno portato a esibirsi in numerosi festival internazionali, nelle principali capitali europee (Ghent, Dublino, Brescia, Helsinki, Tallinn, Vilnius, Belgrade, Lisbon, Montpellier, Dortmund, Tilburg, Bruxelles, Strusbourg).

Ha seguito numerosi corsi di perfezionamento e masterclass in Italia e in Europa con maestri di chiara fama internazionale tra cui E. Rousseau, J.M. Londeix , A. Bornkamp, M. Marzi, P. Portjoie, C. Delangle, Quatuor Habanera, ma anche D. Liebman, B. Mintzer.

Fin dall’età degli studi si è distinto in numerosi concorsi nazionali ed internazionali, come solista e in formazioni cameristiche, tra cui:
Premio delle arti 2007, Ministero dell’Università e della Ricerca, Premio Città di Treviso, Concorso del Lago di Como – città di Bellagio, Concorso “Rospigliosi” – Lamporecchio, Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale “Città di Piove di Sacco”, Premio Guido Papini, Premio Crescendo – Firenze, Premio “Novecento” Luigi Nono.

Debutta come solista a Milano nel 2011 con l’esecuzione di Scaramouche, suite per saxofono e orchestra di D. Milhaud, nella prestigiosa Sala Verdi del Conservatorio.

Impegnato in prima linea per la promozione o la divulgazione di nuove musiche, lavora a stretto contatto con i compositori, collaborazione che ha portato finora alla prima esecuzione assoluta di circa 20 nuove composizioni a lui dedicate, per saxofono solo, quartetto di saxofoni e saxofono con elettronica.

Ha collaborato con Orchestra G. Verdi di Milano, Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, Orchestra del Teatro di Trieste, Divertimento Ensemble.

Ha recentemente conseguito il diploma triennale di Direzione d’Orchestra presso l’Italian Conducting Academy sotto la guida del m. Gilberto Serembe.

Attualmente studia direzione sotto la guida del m. Renato Rivolta presso la Scuola Civica di Musica “C. Abbado” di Milano.

La sua attività concertistica ruota in particolare attorno al “Duo Vagues” con Megumi Nakanomori al pianoforte con cui ha inciso “Legénde” per l’etichetta discografica Odradek Records e con il “Vagues Saxophone Quartet”, progetto di ensemble modulabile di saxofoni col quale ha debuttato per il Festival Milano Musica nel 2016 e col quale si è recentemente esibito per il Congresso Internazionale del Saxofono di Zagabria con “In Memoriam Bob Berg”, un programma totalmente dedicato al saxofono contemporaneo italiano.

Saxophonist and Conductor.

He has started his music studies since he was six, graduating with the highest honors in Saxophone and Chamber Music at the conservatories L. Canepa in Sassari and G. Verdi in Milan.

At the same time, he also studied composition and jazz, which led him to perform in several festivals in major European cities (Gent, Dublin, Brescia, Helsinki, Tallinn, Vilnius, Belgrade, Lisbon, Montpellier, Dortmund, Tilburg, Brussels, Strasbourg).

His main inspiration comes not only from the high example given by many classical saxophone masters, such as E. Rousseau, J.M. Londeix , A. Bornkamp, M. Marzi, P. Portjoie, C. Delangle, Quatuor Habanera, but also from big names in jazz music such as D. Liebman, B. Mintzer, M. Brecker, and at last J. Carter.

Andrea Mocci has won several national and international competitions as a soloist and as a musician in chamber ensembles. Please find below some of the competitions he has participated in and won:
Premio delle arti 2007, Ministero dell’Università e della Ricerca – Italia, Premio Città di Treviso, Concorso del Lago di Como – città di Bellagio, Concorso “Rospigliosi” – Lamporecchio, Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale “Città di Piove di Sacco”, Premio Crescendo – Firenze.

He made his debut as a soloist in Milan in 2011 with the execution of Scaramouche, suite for saxophone and orchestra by D. Milhaud, in the prestigious Sala Verdi of the Conservatory.

Being in first line for the promotion and diffusion of new music, he closely works with composers. In fact, so far this intense collaboration has led to the birth of about 13 new compositions dedicated to him for saxophone solo, saxophone and piano, saxophone quartet, saxophone with electronics, mixed ensemble with saxophone.

He has often collaborated as a soloist or an orchestral with many italian orchestras (Orchestra G. Verdi di Milano, Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, Orchestra del Teatro di Trieste, Divertimento Ensemble).

His projects are fully focused on a concertistic, discographic and educational-musicological activity. More in details, with the “Duo Vagues” featuring Megumi Nakanomori at the piano and with the Vagues Saxophone Quartet, there is a work in progress in recording and musicological productions on historical repertoire and the New Music.

He studied with Gilberto Serembe at the Italian Conducting Academy and graduated in 2019. Actually he’s studying Conducting with m. Renato Rivolta in Civica Scuola di Milano “Claudio Abbado”